Concours Mondial de Bruxelles, sul podio il Cerasuolo Docg Valle delle Ferle

Concours Mondial de Bruxelles, sul podio il Cerasuolo Docg Valle delle Ferle
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gran Medaglia d’Oro del Concours Mondial de Bruxelles per la Docg siciliana Cerasuolo di Vittoria 2016 dell’azienda Tenuta Valle delle Ferle. L’azienda di Caltagirone entra così nel gotha delle migliori cantine internazionali, insieme ad altri pochi vini italiani (16 in tutto). Quest’anno c’erano in concorso ben 7500 vini, ma solo a una selezione ristretta, pari all’1 per cento, è stato attribuiti il massimo riconoscimento.

Si tratta di un importante traguardo per la giovane azienda di Claudia Sciacca e Andrea Annino, ma allo stesso tempo è una grande affermazione ed un momento di grande visibilità internazionale per il Cerasuolo di Vittoria.

Claudia Sciacca e Andrea Annino nel 2016 hanno intrapreso un entusiasmante progetto nel territorio di Caltagirone, lungo una delle più antiche vie del vino. Hanno investito con costanza risorse e passione per dare vita ad un vino capace di coniugare il rispetto della terra, la naturale tradizione vitivinicola dei luoghi, l’eleganza e l’armonia.

Nella Valle delle Ferle a 400 metri s.l.m., i vigneti quarantennali di Nero d’Avola e Frappato allevati per dare bassissime rese per ettaro, restituiscono una produzione di vini di gran qualità. In particolare il Cerasuolo di Vittoria Docg nasce nell’antica vigna “mista”, impreziosita dal particolare rapporto di terreno e clima, e dalla ricchezza dell’ecosistema rinforzato dal regime biologico. 

Le uve Nero d’Avola e Frappato sono selezionate in vigna e raccolte a mano; in cantina i grappoli migliori sono vinificati in tini di acciaio con il controllo della temperatura e con una macerazione di circa 7-10 giorni. Si fa ricorso a lieviti indigeni e non viene utilizzata la solforosa. Matura in acciaio 3 mesi a contatto con le fecce fini e poi permane per complessivi 24 mesi.

Il Cerasuolo di Vittoria Valle delle Ferle 2016 è ricco di sensazioni olfattive di violetta e frutti di bosco, timo e melograno, ha inebriante sorso denso, vellutato, di lunga scia finale. Da provare con piatti a base di carne elaborati e speziati, salumi e formaggi di media e lunga stagionatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.