Più Impresa, la misura Ismea estesa alle donne senza limiti di età

Più Impresa, la misura Ismea estesa alle donne senza limiti di età
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Più Impresa, la misura destinata ai giovani agricoltori, diventa strumento a disposizione dell’imprenditoria femminile. Prima applicabili solo ai giovani under 41, adesso le agevolazioni della misura gestita da Ismea possono essere richieste dalle imprenditrici e dalle imprese a totale o prevalente partecipazione femminile.

La norma che estende le agevolazioni previste per i giovani imprenditori agricoli alle donne senza limiti di età è stata inserita nel decreto Sostegni bis che è stato convertito nella legge n.106 lo scorso 23 luglio. Nella normativa di riferimento, quindi, laddove è indicato “giovani” si legge “giovani e donne”.

Le agevolazioni consistono in un contributo a fondo perduto fino al 35%  delle spese ammissibili e in un mutuo a tasso zero per la restante parte, nei limiti del 60% dell’investimento di durata compresa tra 5 e 15 anni. Possono essere finanziati investimenti fino a 1,5 milioni di euro. Per le attività di agriturismo e le altre attività di diversificazione del reddito agricolo saranno concesse agevolazioni in regime de minimis nel limite massimo di 200 mila euro.

Per sostenere lo sviluppo dell’occupazione femminile, resta operativo anche lo strumento Donne in Campo.

La misura Più Impresa può essere utilizzata dalle donne senza limiti di età che intendano subentrare nella conduzione di un’azienda agricola o che sono già attive in agricoltura da almeno 2 anni e intendono migliorare la competitività della loro impresa. Nel caso di subentro le imprese agricole devono essere costituite da non più di 6 mesi con sede operativa sul territorio nazionale, con azienda cedente attiva da almeno due anni, economicamente e finanziariamente sana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *