Attività extra-agricole, domande al via per due bandi del Gal Madonie

Attività extra-agricole, domande al via per due bandi del Gal Madonie
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  

Da domani, 29 ottobre, e fino al 29 gennaio 2021 è possibile presentare le domande di partecipazione alla seconda edizione del bando della Sottomisura 6.2, finalizzata ad “Aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per le attività extra-agricole nelle zone rurali”, e all’Operazione 6.4c (ambito 1) dedicata ad “Investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole” nei settori del commercio e artigianale.

Dopo la prima edizione che ha portato alla nascita di due start up con la sottomisura 6.2 ambito 1 e l’avviamento di altre tre imprese con l’Operazione 6.4c ambito 1, il Gal Madonie continua a stimolare lo sviluppo del territorio offrendo una nuova opportunità per i giovani e le donne che vogliono avviare nuove attività, o intendano innovare o completare le filiere locali già esistenti.  

Ma procediamo con ordine. E cominciamo con la Sottomisura 6.2 (dotazione totale 200 mila euro) mediante la quale verrà concesso un aiuto a fondo perduto di 20 mila euro a 10 nuove imprese giovanili e femminili di tipo extra agricolo nelle zone rurali (agroalimentari, artigianali, manifatturiere, di servizi ed e-commerce) al fine di consentire o contribuire all’avviamento della nuova attività.  

I beneficiari sono i giovani di età compresa tra i 18 ed i 41 anni non compiuti e le donne, senza limiti di età, purché appartenenti alle seguenti categorie: agricoltori o coadiuvanti familiari che diversificano la loro attività avviando attività extra-agricole, micro e piccole imprese di nuova costituzione, persone fisiche.

C’è poi il bando dell’Operazione 6.4c che dispone di una dotazione finanziaria di poco più di 750 mila euro da utilizzare per sostenere la realizzazione di progetti finalizzati alla realizzazione di attività non agricole (produzione e/o commercio) nelle zone rurali. Alle imprese che risulteranno posizionate in graduatoria utile verrà concesso un aiuto a fondo perduto pari al 75% dell’importo complessivo del progetto per lo sviluppo e l’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali agro-alimentari, forestali, artigianali e manifatturieri. È previsto un massimale di aiuto fissato in 93.750 euro che fa riferimento all’importo complessivo di progetto di euro 125 mila euro.

Il bando in questione è stato pensato per sostenere le attività rivolte al completamento di filiere locali e alla valorizzazione delle specificità culturali e enogastronomiche connesse alle produzioni agricole e alimentari di qualità. Una particolare attenzione sarà rivolta alle iniziative portatrici di innovazioni. I beneficiari sono gli imprenditori agricoli ed i coadiuvanti familiari che diversificano la loro attività attraverso l’avvio di attività extra-agricola; tra i possibili beneficiari anche le persone fisiche, le microimprese e le piccole imprese, tra cui le start-up di cui alla sottomisura 6.2.

Tutta la documentazione è reperibile sul sito www.madoniegal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *