Marchio QS della Regione, ecco gli enti di certificazione per la filiera carni

Marchio QS della Regione, ecco gli enti di certificazione per la filiera carni
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  

Individuati gli organismi di controllo che potranno svolgere attività di controllo e certificazione sui prodotti della “filiera carne bovina” che vorranno fregiarsi del marchio collettivo “QS – Qualità Sicura” garantita dalla Regione Siciliana. 

Nell’avviso, apparso nei giorni scorsi sul sito del Dipartimento regionale agricoltura, tre le strutture i cui “Piani di Controllo” sono stati validati dall’assessorato Agricoltura: CoRfil Carni – Consorzio di Ricerca Filiera Carni, con sede a Messina (consorzio a partecipazione pubblica);  Codex srl con sede a Scordia (Ct); Ccpb srl con sede a Bologna. 

«Si conclude uno dei percorsi più attesi ed elaborati intrapresi dall’assessorato Agricoltura della Regione Siciliana», dichiara in una nota l’assessore Edy Bandiera.

Tutte le aziende della filiera, interessate ad aderire al sistema di controllo che permetterà loro di apporre sul prodotto il “QS”, potranno rivolgere apposita istanza a una delle tre strutture individuate finora o a quelle che eventualmente in futuro vorranno accreditarsi per svolgere l’attività di certificazione dei prodotti a marchio “Qualità Sicura”. L’avviso destinato alla selezione degli organismi di controllo, infatti – chiariscono all’assessorato Agricoltura – rimane aperto anche per accrediti successivi.

«Stiamo andando avanti speditamente – afferma Bandiera – per giungere all’obiettivo di inserire prima possibile, nelle catene di vendita, i prodotti con il nostro marchio. A stretto giro, saranno identificati gli organismi preposti ai controlli sui prodotti della “filiera cereali”, cui seguiranno man mano tutte le altre filiere». 

«Questo lavoro – conclude l’assessore – traguarda un obiettivo: garantire elevati standard di qualità alle nostre produzioni e realizzare la giusta valorizzazione dei prodotti siciliani di qualità».

I consumatori dovranno, comunque, essere consapevoli che i prodotti immessi nella catena distributiva con il marchio QS non potranno essere a buon mercato, né c’è da aspettarsi per essi il “sottocosto”: la certificazione si aggiunge ai costi di produzione ordinari e, com’è ovvio che sia, contribuirà necessariamente alla formazione del prezzo finale.

© Copyright 2020 – Tutti i diritti riservati Sicilia Verde Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *