Tracciabilità degli alimenti con gli isotopi, accordo tra Icqrf e Sogin

Tracciabilità degli alimenti con gli isotopi, accordo tra  Icqrf e Sogin
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Ispettorato Repressione Frodi del Ministero delle Politiche Agricole (Icqrf), e la Sogin, la Società Gestione Impianti Nucleari hanno di recente siglato un accordo allo scopo di sviluppare un processo per la tracciabilità dei prodotti agricoli ed agroalimentari in base alla presenza di isotopi naturali al loro interno.

I due enti intendono avviare ricerche sperimentali per l’applicazione delle tecniche di derivazione nucleare per verificare l’accuratezza e l’effettività dei requisiti relativi all’origine dei prodotti agricoli ed agroalimentari. 

«Garantire la tracciabilità dei prodotti agricoli ed agroalimentari è una delle prerogative del Ministero delle Politiche agricole» dichiara il Sottosegretario alle Politiche agricole, Giuseppe L’Abbate che ha presenziato alla firma dell’intesa (al centro nella foto in evidenza tra Stefano Vaccari, capo Dipartimento Icqrf a sinistra e Emanuele Fontani, amministratore delegato Sogin a destra).

«L’accordo, della durata biennale, si pone l’obiettivo di trovare soluzioni innovative a tutela dei nostri produttori di qualità e dei consumatori. La sinergia tra Sogin e Icqrfprosegue L’Abbatesarà fondamentale per potenziare l’importante lavoro che quotidianamente quest’ultimo svolge con i suoi ispettori e che non si è mai fermato neppure durante il lockdown e le restrizioni anti-Covid».

La collaborazione tra Icqrf e Sogin è finalizzata alla codificazione di tecniche radiochimiche basate sull’uso di radionuclidi specifici per proteggere e promuovere alimenti a valore aggiunto. Non si tratta di una tecnica di facile comprensione, ma, in pratica, si cercherà di determinare il rapporto di determinati isotopi di elementi come idrogeno, ossigeno e carbonio e la misura della concentrazione di questi elementi in un campione, in modo da ottenere un’impronta digitale unica funzionale ad indicare il luogo di origine del prodotto esaminato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *