Assovini Sicilia, Planeta cede il passo a Laurent Bernard de la Gatinais di Rapitalà

Assovini Sicilia, Planeta cede il passo a Laurent Bernard de la Gatinais di Rapitalà
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  

Cambio della guardia in Assovini Sicilia. Dopo un triennio, Alessio Planeta lascia e al suo posto è stato eletto presidente Laurent Bernard de la Gatinais di Rapitalà (nella foto in evidenza tratta da: https://www.sicilianwinegirl.com).

L’associazione che riunisce 91 aziende vitivinicole siciliane di piccole, medie o grandi dimensioni, accomunate dal controllo totale della filiera vitivinicola, la produzione di vino imbottigliato di qualità e dalla visione internazionale del mercato, ha insediato il nuovo Cda nella mattinata di oggi, 29 luglio, durante un incontro non affollato e in perfetta linea con le norme anti-Covid nei giardini di Villa Tasca a Palermo, alla presenza dell’assessore regionale all’Agricoltura, Edy Bandiera. 

Assovini Sicilia
l’assessore regionale all’Agricoltura, Edy Bandiera, brinda con Laurent Bernard de la Gatinais, neoeletto presidente di Assovini Sicilia

Laurent Bernard de la Gatinais, classe ‘69, in Assovini Sicilia subentra ad Alessio Planeta che ha ultimato il suo mandato alla presidenza durato 3 anni e che per il momento esce anche dal Cda.

Nel nuovo Consiglio di amministrazione di Assovini, oltre al presidente Laurent Bernard de la Gatinais, la vicepresidente Lilly Ferro (Fazio Wines) e i consiglieri: Josè Rallo (Donnafugata), Alberto Tasca (Regaleali); Federico Lombardo di Monte Jato (Firriato); Michele Faro (Cantina Pietradolce); Mariangela Cambria (Cottanera).

Dal Consiglio esce Francesco Ferreri (Valle dell’Acate) e il presidente uscente per far posto a due new entry: Achille Alessi (Terre di Giurfo e presidente del Consorzio di Tutela del Cerasuolo di Vittoria Docg e Vittoria Doc) e Giovanna Caruso (Caruso&Minini). 

Assovini Sicilia, nata nel 1998 per volontà di Diego Planeta, Giacomo Rallo e Lucio Tasca d’Almerita con la mission di promuovere la Sicilia del vino di qualità in Italia e nel mondo, da qualche mese ha intrapreso un percorso nuovo che si aggiunge al suo core business. Con la costituzione della Fondazione SOStain Sicilia si è concretizzato lo strumento per promuovere la sostenibilità della produzione vitivinicola nell’Isola. Le aziende aderenti all’associazione verrano, infatti, guidate verso la misurazione costante e la riduzione dell’impatto delle pratiche agricole sul territorio traguardando l’obiettivo di condividere best practices finalizzate al rispetto dell’ecosistema e all’assoluta trasparenza nei confronti del consumatore.

© Copyright 2020 – Tutti i diritti riservati Sicilia Verde Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *