Gasolio agricolo, la Sicilia si allinea: assegnazioni su piattaforma digitale

Gasolio agricolo, la Sicilia si allinea: assegnazioni su piattaforma digitale
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gasolio agricolo agevolato, da oggi 16 marzo, si cambia musica. Non più richieste cartacee, libretti Uma sporchi di grasso e lente procedure burocratiche. Da ora in poi la richiesta dei carburanti a uso agricolo erogati ad accisa agevolata potrà avvenire solo mediante un applicativo informatico denominato “Quadrifoglio”.  

La procedura informatica di cui le altre regioni italiane si sono dotate già da qualche anno, permetterà assegnazione e monitoraggio in tempo reale dei quantitativi di carburante spettanti a ciascun operatore. 

La Regione con l’adozione della nuova procedura si è così finalmente allineata con il Codice Agenda Digitale, che impone la dematerializzazione di tutti i procedimenti amministrativi da parte delle pubbliche amministrazioni.

L’avvio, è comunque bene ricordarlo, non è stato dei più felici. Tra bug e malfunzionamenti che bloccavano la procedura, l’amministrazione regionale a inizio 2022 dovette correre ai ripari consentendo di tornare al cartaceo inizialmente per il comparto della serricoltura, del vivaismo e con “motivate” argomentazioni anche per il comparto zootecnico. Poi in attesa di una versione dell’applicativo più “rodata”, la moratoria ha interessato fino a ieri tutti i comparti.

Il portale Uma Sicilia, fruibile da oggi, è disponibile in versione ottimizzata per dispositivi Android e iOS. «Si tratta di un sistema innovativo – spiega Assessore regionale all’Agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea, Toni Scilla – che determinerà l’abbandono di un iter obsoleto e lento. A beneficiarne saranno le aziende agricole, le cooperative, i Consorzi di bonifica e di irrigazione e le imprese agromeccaniche. Il portale è predisposto per l’acquisizione dei dati aziendali dal Sistema informativo agricolo nazionale (Sian) e consente agli utenti la compilazione delle istanze in pochi click».

La presentazione delle istanze potrà avvenire attraverso Spid o tramite registrazione degli utenti (agricoltori, imprenditori, tecnici abilitati, Caa, ecc.). L’istruttoria, invece, potrà essere effettuata sia dai tecnici degli Ispettorati dell’Agricoltura sia dai tecnici dei Centri assistenza agricola.

Durante la compilazione della domanda, verrà calcolato il quantitativo massimo di carburante assegnabile, che varia in base alle macchine e alle attrezzature in dotazione all’azienda, alle colture praticate sulle superfici e, se presenti, agli allevamenti e agli impianti serricoli riscaldati.

Gli utenti, una volta registrati e ottenuta l’assegnazione, potranno ordinare i carburanti presso i depositi autorizzati alla commercializzazione, visionare lo stato di consegna e la fatturazione. Infine la procedura Uma/Carburanti garantisce il monitoraggio in tempo reale dell’assegnato e del prelevato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.