Olivicoltura, 30 milioni per nuovi impianti e ammodernare gli esistenti

Olivicoltura, 30 milioni per nuovi impianti e ammodernare gli esistenti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Contributi a fondo perduto fino al 70% per gli olivicoltori che realizzano nuovi oliveti o ammodernano gli impianti esistenti. Nel primo caso (nuovi impianti) sono disponibili 10 milioni di euro. Raddoppiata, invece, la dotazione per l’ammodernamento di oliveti preesistenti. Lo prevede il bando previsto dal Fondo per lo Sviluppo e per il Sostegno delle Filiere Agricole, della Pesca e dell’Acquacoltura, pubblicato lo scorso 8 gennaio in Gazzetta Ufficiale.

Sia nei nuovi impianti che in quelli esistenti da ammodernare dovranno essere utilizzate adottate cultivar italiane autoctone o storiche e tecniche produttive di precisione che prevedano sensori nei campi.

Per ottenere il contributo in regime di de minimis che come è noto non può superare 25 mila euro nel corso del triennio di riferimento, l’impresa agricola deve aderire a una delle organizzazioni riconosciute dei produttori olivicoli. Inoltre l’investimento, sia che si tratti di nuovo oliveto che di ammodernamenti di quelli già esistenti, Le spese ammesse al finanziamento per le operazioni relative ai nuovi o ai preesistenti oliveti variano da un minimo di 8 mila euro per ettaro fino a circa 17 mila. 

Per la presentazione delle domande dei contributi per i nuovi oliveti è necessario attendere il provvedimento dell’Agea che arriverà entro 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto dell’8 gennaio 2022, dunque entro il 7 febbraio prossimo.

Trascorso il termine per la presentazione delle domande, Agea stilerà una graduatoria di tutte le domande pervenute. Tra i criteri di assegnazione avranno la priorità:

  • la localizzazione del campo in un’area svantaggiata italiana;
  • l’estensione del campo sul quale si fa l’investimento;
  • la densità dell’impianto (il valore di riferimento è 389 piante per ogni ettaro);
  • la conduzione in irriguo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.