Distretto Agrumi con Fmts Group per valorizzare agrumi Dop, Igp e bio

Distretto Agrumi con Fmts Group per valorizzare agrumi Dop, Igp e bio
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Formazione ed innovazione sono i driver per la ripartenza della filiera agroalimentare del Mezzogiorno. Proprio su questa consapevolezza si basa la nuova partnership tra il Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia ed Fmts Group che punta dritto ad un obiettivo di medio-lungo periodo: rafforzare i pilastri della comunicazione e della cooperazione tra le imprese attraverso percorsi di formazione dedicati a un settore che secondo i dati Ismea 2019, rappresenta 42.500 aziende e una produzione lorda vendibile di  532 milioni di euro.

Gli innovativi servizi in ambito formativo saranno indirizzati alla base associativa del Distretto Agrumi: 50 imprese della filiera agrumicola siciliana, 5 Consorzi e Associazioni di Tutela Dop e Igp nonché altri 32 enti. 

«La sfida principale è rispondere alla crisi dovuta alla pandemia con un’azione programmatica congiunta», affermano i sottoscrittori dell’accordo, da una parte Federica Argentati per il Distretto Agrumi di Sicilia (a destra nella foto), dall’altra Giuseppe Melara, presidente e Ad di Fmts Group (nella foto a sinistra). Così sono stati messi nero su bianco i punti sui quali investire per sostenere la produzione agrumicola siciliana nel suo ruolo di traino per il settore agricolo. 

«L’incontro con Fmts Group – afferma Argentati – consente di creare nuove sinergie e pianificare in un’ottica di più ampia cooperazione». Dodici sono le aziende che costituiscono il gruppo Fmts con 220 risorse interne; le ore di formazione erogate sono più di 300mila per un valore di progetti approvati pari a 54 milioni di euro; nel Mezzogiorno d’Italia Fmts è presente oltre che in Campania anche in Basilicata, in Puglia, in Calabria e in Sicilia. 

A completare l’accordo sottoscritto qualche giorno fa c’è anche la collaborazione con In Cibum, la Scuola di Alta Formazione Gastronomica che fa capo ad Fmts Group e che rappresenta un’eccellenza del Sud Italia per la formazione sul mondo del food.

Con la firma del documento la presidente del Distretto, Federica Argentati, e Giuseppe Melara presidente e Ad di Fmts Group hanno dato ufficialmente il via ad un nuovo corso.

«Questa nuova sinergia con Fmts Group – afferma il presidente del Distretto Agrumi di Sicilia – nasce dalla volontà di ampliare le connessioni della filiera agrumicola siciliana e di allargare la platea di interazioni virtuose del Distretto Agrumi di Sicilia. Il valore aggiunto dell’accordo è rappresentato, oltre che dalla formazione continua per gli addetti della filiera siciliana tramite i progetti di In Cibum dedicati al food, anche dall’opportunità di declinare la comunicazione delle nostre eccellenze Dop, Igp e Bio attraverso i canali dell’enogastronomia “made in Italy”, celebrata e apprezzata in tutto il mondo».

Per il presidente Giuseppe Melara la firma dell’accordo è solo l’inizio di un percorso che guarda a traguardi più ambiziosi: «Siamo sempre più consapevoli che i prodotti di eccellenza sono gli ambasciatori dei territori. Con questa firma diamo inizio ad un progetto culturale che punta ad una innovazione vera e concreta. Per raggiungere questo obiettivo è necessario investire in percorsi formativi che siano in grado di dare valore alle singole realtà e successivamente alla loro cooperazione. Il Mezzogiorno è una terra plurale, il luogo delle contaminazioni culturali ed è da questi tesori immateriali che è possibile ripartire immaginando percorsi sfidanti all’insegna dell’innovazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

C'è stato un errore mentre tentavi di inviare la richiesta. Per favore, riprova

Sicilia Verde Magazine utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per essere in contatto con te e per fornire aggiornamenti e marketing