Docg Cerasuolo e Doc Vittoria, elezioni da rifare per il Cda del Consorzio

Docg Cerasuolo e Doc Vittoria, elezioni da rifare per il Cda del Consorzio
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  

Al Consorzio di Tutela del Cerasuolo di Vittoria Docg e Vittoria Doc tutto da rifare. L’assemblea dei soci tornerà al voto il prossimo febbraio per il rinnovo dei componenti del Consiglio di Amministrazione. E non perchè il mandato sia scaduto – le ultime elezioni si sono svolte, infatti, a marzo di quest’anno – ma perchè lo ha chiesto il Ministero delle Politiche Agricole. Quest’ultimo, dopo tre richieste di delucidazioni – a cui il Consorzio ha prontamente risposto – e fatti due conti, ha ritenuto opportuno che si ritornasse al voto nel rispetto del Regolamento elettorale che deve tenere in considerazione tre condizioni: che la ripartizione dei voti tra i vari associati sia calcolata in base alla quantità di prodotto – uva rivendicata, vino vinificato e vino imbottigliato – nell’ultima campagna vendemmiale precedente l’assemblea; che la distribuzione del numero dei consiglieri tra le due denominazioni tutelate, ovvero Cerasuolo di Vittoria Docg e Vittoria Doc, sia coerente con la quantità di prodotto reale rappresentata dalle denominazioni e che siano ammessi al voto sono solo i soci in regola con il pagamento delle quote associative.

Docg Cerasuolo di Vittoria
il presidente del Consorzio di tutela della Doc Cerasuolo di Vittoria Docg e della Doc Vittoria

«Si tratta di un doveroso atto formale – chiarisce il presidente Achille Alessi conseguente alla nota ricevuta dal Mipaaf l’11 dicembre scorso a chiusura della verifica documentale avviata in merito alla ultima elezione dei componenti del Cda e a cui è seguita lo scorso 14 dicembre la riunione del CdA per la presa d’atto. Il Mipaaf ha richiamato il Consorzio a svolgere nuove elezioni entro tre mesi dalla data di notifica, senza che vi sia stata alcuna sanzione o rilievo volto all’attuale Consiglio di Amministrazione». 

«Nel più breve tempo possibile – conclude Alessi – il Cda definirà le formalità necessarie per poter convocare l’assemblea nel prossimo mese di febbraio in concomitanza con l’approvazione del bilancio 2020. Rinnovo il mio personale impegno unitamente a quello di tutto il Consiglio di Amministrazione a garantire la gestione del Consorzio fino alle prossime elezioni assicurando la nostra piena operatività».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

C'è stato un errore mentre tentavi di inviare la richiesta. Per favore, riprova

Sicilia Verde Magazine utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per essere in contatto con te e per fornire aggiornamenti e marketing