Un Expo anche per il Tardivo di Ciaculli. Il debutto sabato 1 aprile

Un Expo anche per il Tardivo di Ciaculli. Il debutto sabato 1 aprile

Sabato 1 aprile, a Palermo presso Baglio Culluzia, si terrà la prima edizione del Tardivo Ciaculli Expo, evento che vedrà assoluto protagonista quel mandarino che matura in primavera (a differenza di altre cultivar che maturano in inverno) e frutto di una mutazione genetica spontanea che si è differenziata (e poi diffusa ad opera di agricoltori lungimiranti) proprio nella borgata palermitana. Si tratta di un agrume tipico dell’hinterland palermitano che ha visto una nuova primavera commerciale grazie anche all’attenzione di Slow Food che l’ha inserito tra i Presidi dell’Arca del Gusto. Il termine tardivo sta ad indicare che la sua produzione avviene in ritardo, durante il mese di marzo appunto, rispetto alla varietà tradizionalmente coltivata nel Palermitano e in Sicilia che è l’Avana.

Il frutto possiede un forte aroma, un elevato contenuto zuccherino ed ha la buccia molto sottile. La produzione è limitata a circa 200 ettari facenti capo a piccoli proprietari riuniti in un consorzio. Caratteristiche esteriori visibili, che lo rendono facilmente riconoscibile, sono la forma leggermente schiacciata e la superficie della buccia liscia e poco rugosa. Queste qualità organolettiche insieme a un gusto molto dolce e aromatico gli hanno assicurato una vasta richiesta sui mercati nazionali e internazionali anche per il fatto che, nel suo periodo di maturazione e raccolta, non trova rivali simili.

Durante la manifestazione numerosi seminari, approfondimenti, tavole rotonde, esposizioni, masterclass e degustazioni sul Mandarino Tardivo di Ciaculli con la presenza di autorevoli relatori del mondo dell’imprenditoria agroalimentare, della stampa specializzata e delle istituzioni.

Tra i relatori presenti: Giovanni Mistretta coordinatore dell’evento, Edy Tamajo assessore regionale alle Attività Produttive della Regione Siciliana, Gianluca Inzerillo, consigliere comunale a Palermo, Tommaso Di Matteo amministratore delegato CPW Italia, Giovanni D’Agati, presidente del Consorzio Tardivo di Ciaculli, Michele Balistreri direttore Responsabile di All Food Sicily, Giacomo Viscuso vicepresidente della II Circoscrizione di Palermo.

Tra gli show cooking previsti quello degli chef Claudio Oliveri del Ristorante Oliveri 1964 di Bagheria e Mario Ciulla del ristorante Granofino di Agrigento, del pastry chef Giuseppe Sparacello della pasticceria Sparacello di Castronovo di Sicilia e del maestro gelatiere Pietro Di Noto della Gelateria Di Noto a Castel di Tusa.

L’evento che si svolgerà dalle 12 alle 19, è stato finanziato dall’assessorato delle Attività Produttive della Regione Siciliana con l’avviso per la realizzazione di iniziative promozionali a sostegno dei sistemi produttivi regionali, promosse dalle rappresentanze regionali delle associazioni di categoria, dagli enti privati e imprese operanti nel settore della comunicazione e del marketing, dalle associazioni senza scopo di lucro e dai distretti produttivi legalmente riconosciuti.

Per partecipare come espositore o visitatore l’organizzazione invita a inviare una mail a info@tardivociaculliexpo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *