Po Fesr Sicilia 2014-20, ok a 33 progetti di tutela della biodiversità

Po Fesr Sicilia 2014-20, ok a 33 progetti di tutela della biodiversità
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  

Trentatré progetti finanziati per un totale di più di 40 milioni di euro. Sono quelli in cima alla graduatoria definitiva Po Fesr Sicilia 2014/2020 per la tutela della biodiversità terrestre e marina e la valorizzazione del paesaggio rurale.

I soggetti ammessi destinatari dei finanziamenti sono Comuni, enti gestori delle riserve naturali (fra cui il dipartimento Sviluppo rurale della Regione Siciliana) e gli enti Parco della Sicilia.

Palermo è il territorio più rappresentato, con otto progetti, segue Catania (cinque), Messina (sette), Trapani (sei), Siracusa e Ragusa (tre ciascuna) e Agrigento (uno).

«Abbiamo raggiunto un altro importante obiettivo in materia di spesa comunitaria – commenta l’assessore al Territorio e ambiente Toto Cordaro – investendo in progetti che ci consentiranno di arrestare la perdita di biodiversità terrestre e marina, e di ripristinare gli ecosistemi attraverso il recupero e la valorizzazione dei beni ambientali. Si tratta di interventi che puntano a tutelare l’ambiente e a promuovere un uso efficiente delle risorse naturali che rappresentano la cultura e l’identità del nostro territorio siciliano».

Tra i progetti ammessi al finanziamento regionale spicca quello del Comune di Palermo per la Valle del fiume Oreto, finanziato con un importo di circa 5 milioni e 600 mila euro. Il Comune di Mazara del Vallo, con quasi tre milioni di euro, ottiene il secondo finanziamento più consistente per il restauro della vegetazione a Ziziphus Lotus, in contrada Affacciata. Messina, invece, con 3,7 milioni di euro potrà mettere in campo interventi di tutela e salvaguardia della biodiversità nella Riserva naturale orientata Laguna di Capo Peloro.

L’attuazione di questi interventi consentirà, infine, di definire il Piano delle azioni prioritarie (Paf) per la tutela della biodiversità siciliana e costituirà la base di partenza per la programmazione comunitaria 2021/2027.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

C'è stato un errore mentre tentavi di inviare la richiesta. Per favore, riprova

Sicilia Verde Magazine utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per essere in contatto con te e per fornire aggiornamenti e marketing