Apicoltura, in Sicilia a bando i 600 mila euro assegnati dal Mipaaf

Apicoltura, in Sicilia a bando i 600 mila euro assegnati dal Mipaaf
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  

Chi si dedica all’apicoltura ha tempo fino al prossimo 2 febbraio per cogliere le opportunità offerte dal bando per la presentazione dei progetti finalizzati alla realizzazione di “Azioni dirette a migliorare la produzione e la commercializzazione del miele” – Campagna 2020/2021. 

Per la campagna 2020/2021 il Mipaaf ha assegnato alla Sicilia poco più di 600 mila euro ripartiti tra le diverse azioni e sottrazioni come nello schema che segue.

Chi sono i beneficiari dei finanziamenti? Apicoltori, imprenditori apistici, apicoltori professionisti, anche per il tramite di forme associate. Al momento della presentazione della domanda i richiedenti devono risultare in regola con gli obblighi di identificazione e registrazione degli alveari ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di anagrafe apistica nazionale (per le Associazioni detto requisito è riferito ai soci); essere titolari di partita Iva agricola e iscritti nel registro delle imprese della Camera di Commercio. Per partecipare al bando, poi ciascun apicoltore deve essere in possesso di almeno 50 alveari censiti. Numero che scende a 10 per coloro che avranno denunciato il loro patrionio apistico per la prima volta nel 2020. Come di consueto è richiesta la regolarità contributiva e quella igienico-sanitaria per i locali di lavorazione dei prodotti dell’alveare, nel caso di acquisto di attrezzature da laboratorio.

Sono finanziabili azioni di assistenza tecnica agli apicoltori, formazione e comunicazione ma anche l’acquisto di attrezzatura nuova per la conduzione dell’apiario e per la lavorazione, il confezionamento e la conservazione dei prodotti dell’apicoltura.

La copertura delle spese varia dal 50 al 100% a seconda della categoria di azioni. I corsi di aggiornamento e formazione così come i seminari e i convegni tematici potranno essere organizzati “in presenza” o svolti in modalità virtuale.

Tra le azioni finanziabili ci sono quelle connesse alla lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare, in particolare la varroasi. In queste sono ricompresi sia gli incontri periodici con gli apicoltori, dimostrazioni pratiche ed interventi in apiario per l’applicazione dei mezzi di lotta da parte degli esperti apistici, la distribuzione dei farmaci veterinari appropriati che l’acquisto di attrezzature e di presidi sanitari. 

Possibile anche l’acquisto di macchine, attrezzature e materiali vari specifici per l’esercizio del nomadismo e l’acquisto di sciami e regine Apis mellifera ligustica, Apis mellifera sicula provviste di certificazione di idoneità sanitaria.

Infine è prevista anche la presa in carico di spese per le analisi qualitative dei prodotti dell’apicoltura in cui rientrano anche quelle residuali per la determinazione della presenza di fitofarmaci nei prodotti dall’apicoltura.

© Copyright 2021 – Tutti i diritti riservati Sicilia Verde Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

C'è stato un errore mentre tentavi di inviare la richiesta. Per favore, riprova

Sicilia Verde Magazine utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per essere in contatto con te e per fornire aggiornamenti e marketing