Crisi del vino, Bandiera al ministro Bellanova: “Liquidità ai viticoltori”

Crisi del vino, Bandiera al ministro Bellanova: “Liquidità ai viticoltori”
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  

Dare liquidità ai viticoltori. È questa la priorità rassegnata al ministro Teresa Bellanova dall’Assessore per l’Agricoltura Edy Bandiera, questa mattina in occasione della videoconferenza fra tutti gli assessori al ramo delle regioni d’Italia per affrontare la crisi nel settore vitivinicolo causata dalla pandemia da Covid 19.

crisi viticoltura
L’assessore regionale all’Agricoltura, Edy Bandiera

«Al fine di sostenere e supportare i viticoltori siciliani – riferisce Bandiera – ho chiesto alla Ministra Bellanova che il Regolamento Comunitario n. 592 del 30/04/2020, volto a introdurre misure straordinarie di intervento  per affrontare la crisi nel settore vitivinicolo, causata dalla pandemia da Covid 19 per l’Ocm Vino, venga applicato a tutte quante le misure, quindi anche a “Ristrutturazione e riconversione del vigneto” e “Investimenti” con l’elevazione del contributo Ue dal 50 al 60%».  E continua: «Siccome le attendiamo da un mese, ho chiesto che al più presto ci vengano fornite le istruzioni operative per avviare il bando sulla vendemmia verde». Il provvedimento darà la possibilità ai viticoltori di ottenere un contributo di 3mila ad ettaro per quella parte di vigneto che decideranno di destinare alla vendemmia verde. «Un modo – ricorda l’assessore – per ripristinare l’equilibrio tra offerta e domanda sulla filiera vitivinicola per prevenire crisi di mercato».

Sul banco del Governo centrale è stata poi portata un’altra questione non meno importante: la destinazione delle economie che inevitabilmente si realizzeranno in Sicilia su riconversione vigneti, promozione e cantine, nella campagna in corso. Scontato per l’assessore che dovranno essere utilizzate in Sicilia: «Non possiamo consentire che queste risorse confluiscano sulla distillazione, che andrebbe a vantaggio, esclusivamente, delle poche Regioni che detengono giacenze maggiori, favorendo così l’industria della distillazione».  

«L’obiettivo per noi – afferma Bandiera – sono e restano i viticoltori per i quali chiediamo nell’immediato l’incremento del contributo Ue dal 50 al 60% e la concreta possibilità di effettuare tempestivamente la vendemmia verde». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *