Olio evo, allo studio gli effetti terapeutici su pazienti con patologie

Olio evo, allo studio gli effetti terapeutici su pazienti con patologie
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gli effetti benefici e terapeutici dell’olio extravergine d’oliva per la cura dei pazienti affetti da varie patologie. È il tema del progetto scientifico promosso e organizzato dall’Università di Palermo che sarà presentato nel corso della tavola rotonda dal titolo “L’Isola del Tesolio Filiera e sostenibilità”, le sfide future per un settore oleario di qualità”, quindicesimo appuntamento annuale organizzato dal Cofiol, in programma sabato prossimo, a partire, dalle 9.30, all’Orto Botanico di Palermo. Interverranno il vicepresidente della Regione e assessore all’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, Luca Sammartino, e i promotori del progetto, Lydia Giannitrapani e Aurelio Seidita, che illustreranno i risultati del trial biomedico sugli effetti salutistici dell’olio extravergine di oliva. In programma gli interventi di Mauro Lo Bue, presidente del Cofiol, della dirigente del ministero dell’Agricoltura, Sovranità Alimentare e Foreste, Stefania Carpino che interverrà sul tema dei parametri legati agli steroli in rapporto alla qualità dell’olio d’oliva extravergine e di Francesco Davide Brandara, direttore Area Agribusiness Sicilia di Intesa San Paolo, che illustrerà alcuni strumenti finanziari per i frantoiani. E ancora Maurizio Servili, docente dell’Universita di Perugia che si soffermerà sul tema della sostenibilità della filiera olivicola. 

Dopo la tavola rotonda è prevista la consegna dei premi “Selezione Speciale Barbera” ad alcune personalità che si sono distinte particolarmente nel settore dell’olio d’oliva extravergine ed interverrà Manfredi Barbera, ideatore del premio. 

I premi saranno consegnati a Francesco Costanzo per la categoria “Migliore azienda agricola” e a Giovanni Arena come “Migliore Frantoio. Il riconoscimento andrà invece a Giovanni Pascucci, gestore del Ponte Pietra di Verona, per il “Migliore Ristorante”. Per la categoria “Distribuzione Organizzata” sarà premiato Giuseppe Samaritano (Sisa – Cari). È previsto inoltre anche un premio “Accademico”, che andrà a Tiziano Caruso, docente del Dipartimento Saaf – Scienze Agrarie Agroalimentari e Forestali dell’Ateneo palermitano. A Gioacchino Bonsignore, volto della rubrica “Gusto” del Tg5, infine, il premio speciale per la categoria “Giornalista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *