Co-innovazione in agrumicoltura biologica, seminario a Catania

Co-innovazione in agrumicoltura biologica, seminario a Catania
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Seminario di due giorni, i prossimi 15 e 16 dicembre, dedicato alla “Co-innovazione in agrumicoltura biologica, processi di rete tra gli attori della filiera agrumicola nel Mediterraneo”. L’evento, rivolto a studenti, addetti ai lavori, professionisti e stakeholders è organizzato dal Distretto produttivo Agrumi di Sicilia in collaborazione con il Crea (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) e il Ciheam di Bari. Si svolgerà ad Acireale nella sede del Crea di Corso Savoia n. 190. Possibile partecipare anche on line, attraverso la piattaforma Zoom.

Saranno due giorni di lavoro intensi, che a partire dal pomeriggio del 15 (inizio previsto alle 15) vedranno l’apertura dei lavori con il neo assessore regionale all’Agricoltura, allo Sviluppo Rurale e alla Pesca Mediterranea, Luca Sammartino. 

Dopo i saluti di Enzo Perri, direttore del Crea-Ofa (olivicoltura, frutticoltura, agrumucoltura il tema sarà introdotto da: Federica Argentati, presidente Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia, Giuseppe Catania, presidente Ente di Sviluppo Agricolo, Biagio Barbagallo, presidente Aiab Sicilia ed Enrico Catania, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provincia etnea. A coordinare i lavori, Vincenzo Verrastro, amministratore scientifico del Ciheam di Bari. Concluderà Dario Cartabellotta, dirigente generale del Dipartimento Agricoltura della Regione Siciliana.

L’evento è stato organizzato per fare il punto sull’agrumicoltura biologica italiana e mediterranea. Verranno presentate le best practices con validazione tecnico scientifica e le criticità del comparto, attraverso un momento di reale confronto tra imprenditori, tecnici e ricercatori del settore. La due giorni di Acireale sarà anche l’occasione per valutare, attraverso gruppi di lavoro su specifiche tematiche, gli strumenti utili per la valutazione della sostenibilità ambientale, sociale ed economica del metodo biologico in agrumicoltura.

Cliccare qui per leggere il programma completo del workshop.

La partecipazione al workshop, in presenza o da remoto, prevede il riconoscimento dei crediti formativi professionali (Cfp) per i dottori agronomi e i dottori forestali. Nella homepage del sito del Distretto produttivo Agrumi di Sicilia (https://www.distrettoagrumidisicilia.it/coinnovazione-agricoltura-biologica/) , il modulo per l’iscrizione (coordinamento segretaria organizzativa, Vera Leotta). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *