Terra mia, a Ribera il Festival dell’agricoltura e dello sviluppo sostenibile

Terra mia, a Ribera il Festival dell’agricoltura e dello sviluppo sostenibile
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quattro giorni di convegni, rassegne, degustazioni, formazione, eventi culturali, e workshop mirati all’incontro delle realtà espositrici nazionali con gli operatori del comparto attraverso la presenza di macchine, attrezzature, impianti e tecnologie della filiera agricola. 

Terra Mia, la manifestazione in programma a Ribera dal 2 al 5 giugno mira a creare relazioni tra gli espositori, i produttori, i visitatori e l’intero territorio in una formula dinamica e interattiva. L’evento ideato, proposto e organizzato dall’Associazione “Luna e dintorni” coordinato da Vincenzo Tudisco, sarà realizzato in collaborazione con il Consorzio di tutela Arancia di Ribera Dop e vedrà il coinvolgimento di associazioni ed operatori locali. Ha trovato sostegno nell’amministrazione comunale con in testa il sindaco Matteo Ruvolo che sottolinea l’obiettivo della manifestazione: «Riportare Ribera a punto di riferimento dell’agricoltura siciliana. Un ruolo che nei decenni passati il comune agrigentino ha rivestito e che vuole continuare a esercitare». 

“Terra mia” intende promuovere l’intero territorio con le sue eccellenze agricole: l’arancia Dop Riberella, la pera coscia, l’olio extravergine di oliva, la locale fragolina, ma anche il suo straordinario paesaggio con la foce del Sosio-Verdura, la Via della zagara, il castello di Poggio Diana, il geosito della Gola del Lupo. Non sarà dimenticato anche l’aspetto culturale ricordando il suo personaggio più illustre, Francesco Crispi, e quello artistico, in particolare nel campo musicale, in cui Ribera – grazie all’eccellenza del neo Conservatorio “A. Toscanini” – si va sempre più affermando a livello nazionale.

“Terra Mia” è una manifestazione che affronta tutte le tematiche legate al mondo dell’agricoltura, con un’offerta espositiva ad ampio raggio capace di offrire ai visitatori un panorama completo di soluzioni efficaci per l’intero ciclo produttivo: dalla lavorazione e preparazione del terreno alla semina, dall’irrigazione ai trattamenti, fino alle fasi di raccolta, trasporto e alla trasformazione dei prodotti, privilegiando la tecnologia smart capace di conciliare l’Agricoltura 4.0 e la sostenibilità.

Un’attenzione particolare sarà rivolta all’enogastronomia regionale, con corsi di avvicinamento all’analisi sensoriale e la degustazione della triade alimentare mediterranea: pane, vino e olio, curata da Slow Food di Agrigento; grande spazio anche per la cultura, con spettacoli musicali di vario genere e presentazioni di libri curati dall’associazione culturale BC Sicilia. Infine, grazie all’associazione Mtb Ribera, avrà luogo anche un raduno in mtb collegato ad un percorso trekking, grazie al quale tanti sportivi appassionati verranno da tutta la Sicilia a Ribera per conoscere ed ammirare i tratti più suggestivi e caratteristici della valle del Sosio-Verdura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.