Associazione donne del vino Sicilia, conferma per Roberta Urso (Settesoli)

Associazione donne del vino Sicilia, conferma per Roberta Urso (Settesoli)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Roberta Urso, delegata della Regione Sicilia dell’Associazione Donne del Vino, fa il bis. A Palermo, nei locali di Assovini Sicilia, si è svolto ieri mattina (21 gennaio) il rinnovo delle cariche per la guida nell’Isola dell’associazione che promuove dal Nord al Sud del Bel Paese, la cultura e la conoscenza del vino attraverso la formazione e la valorizzazione del ruolo delle donne nel settore vitivinicolo. Nata nel 1988, l’associazione nazionale Donne del Vino è presieduta oggi da Daniela Mastroberardino.

Con Roberta Urso (al centro nella foto), responsabile PR e Comunicazione di Cantine Settesoli, è stata riconfermata nella carica di vicedelegata, Flora Mondello (a sinistra nella a foto), presidente del Consorzio di Tutela del Mamertino Doc. Come seconda vicedelegata, in rappresentanza della Sicilia orientale, è stata eletta la new entry Teresa Gasbarro (a destra nella foto), delegata dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino della provincia di Siracusa.

«Sono molto felice di dare continuità al lavoro svolto negli ultimi 4 anni. Da gennaio 2019 ad oggi la nostra delegazione è cresciuta in maniera esponenziale, esattamente del 400%, diventando una delle più attive in Italia, e siamo particolarmente orgogliose della presenza di una di noi, Dominique Marzotto, in Consiglio Direttivo Nazionale, al fianco della nuova Presidente Daniela Mastroberardino», dice Roberta Urso. «Ringrazio tutte le socie siciliane – continua – che hanno lavorato e lavorano con incessante passione sia ai progetti sia nazionali che a quelli di iniziativa regionale: tutte insieme ci prepariamo ad affrontare questa nuova stagione con maggiore entusiasmo. Un grazie in particolare a Lilly Ferro Fazio per avere creduto in me sin dal suo primo mandato ed alla past President Nazionale Donatella Cinelli Colombini, grande esempio di tenacia, determinazione e per il suo proverbiale spirito di iniziativa».

Tempo di bilanci…

«Dalla convention nazionale sull’Etna al Progetto D-Vino che ci vede per il secondo anno di sperimentazione in prima linea a diffondere la cultura del vino tra gli studenti degli istituti alberghieri e per il turismo, dal nostro impegno in difesa delle donne in difficoltà alle attività di formazione e ricerca a quelle di divulgazione e comunicazione in collaborazione con università, enti di ricerca, associazioni di categoria, trade e consumer – spiega la Urso – c’è un filo conduttore forte tra tutte attività che portiamo avanti nel segno della progettualità ed all’insegna di un grande lavoro di squadra».

…ma anche di rilanci

«Oggi più che mai – conclude Roberta Urso – voglio ricordare il nostro mantra #nonditecichenonsipuofare, pronta, insieme alle vicedelegate Flora Mondello e Teresa Gasbarro e a tutta la squadra Sicilia, a trasformare le idee e la nostra visione in azioni concrete che desideriamo lascino il segno», sottolinea la delegata delle Ddv Sicilia. Tra i primi appuntamenti, il via il 5 febbraio prossimo al progetto itinerante “DXD: calici di vita”, un’alleanza tra le Donne del Vino e ristoratori dell’Isola e per aiutare le donne vittime di violenza». Sabato 4 marzo, poi, a Menfi, capitale italiana del vino 2023, la Giornata Nazionale delle Donne del Vino Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *