Sicurezza in agricoltura, 28 gennaio click day per il bando Inail

Sicurezza in agricoltura, 28 gennaio click day per il bando Inail
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa volta si farà. Il click day per il bando 2019-2020 Isi-Agricoltura dell’Inail per la sicurezza nel settore primario è previsto per il 28 gennaio. La data, insieme alle specifiche per l’inoltro della domanda, dopo una serie di rinvii tecnici, è stata resa nota lo scorso 21 dicembre.

Le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista, salvato definitivamente la propria domanda e acquisito il codice identificativo, potranno accedere allo sportello informatico e iniziare la procedura di registrazione a partire dal 14 gennaio. La procedura di registrazione sarà possibile fino al 25 gennaio. Solo le imprese che avranno portato a termine correttamente la fase di registrazione potranno effettuare l’inoltro definitivo della domanda con «click day» del 28 gennaio

Tra i motivi dei ripetuti rinvii c’è stato – aveva spiegato l’Inail in un avviso –  “il sovraccarico delle infrastrutture informatiche”. Il “notevole incremento dei servizi digitali determinato dalla emergenza sanitaria in corso ha richiesto l’ulteriore efficientamento degli interventi tecnici operati dall’Istituto per garantire l’ottimale espletamento della procedura con sportello telematico”. Che tradotto in soldoni significa che alla procedura bisognava assicurare maggiore sicurezza tanto da dovere prevedere un nuovo sistema di autenticazione. La segnalazione era arrivata da Confagricoltura che aveva rilevato le difficoltà incontrate dai proprio associati dovute a comportamenti scorretti da parte di utenti che ostacolavano l’accesso a imprese aventi diritto.

Il bando Isi–Agricoltura ha una dotazione di 65 milioni di euro che saranno destinati all’acquisto o al noleggio di mezzi e macchinari più performanti e capaci di abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali, garantendo così maggiore sicurezza per gli addetti. 

L’impegno per lo sviluppo dell’innovazione e della tecnologia in agricoltura, unito alle buone pratiche, si dimostra vincente – rileva Confagricoltura – e il risultato è una progressiva diminuzione degli infortuni nel corso degli anni.

Dal recente rapporto dell’Istituto si evince che nei primi 11 mesi del 2020 c’è stata una significativa diminuzione del numero delle denunce di infortuni. Nel settore agricolo in particolare, rispetto al 2019, si è registrato un calo degli incidenti del 19,4% (da 30.446 a 24.526), e di quelli mortali, con 32 casi in meno (da 135 a 103). I dati confermano il trend decrescente in agricoltura: nel quinquennio 2014-2018 sono diminuiti i casi 14% e gli infortuni mortali del 20,4% (dati Inail consolidati). Dal 2002 ad oggi si è registrata una diminuzione di circa il 50% delle denunce di incidenti nel settore agricolo.

“A questi risultati positivi sulla sicurezza – rileva Confagricoltura – stanno contribuendo diversi fattori: presenza di operatori sempre più professionali, sviluppo di forme di agricoltura sostenibile, evoluzione dei mezzi tecnici anche con le innovazioni dell’agricoltura di precisione, lento e progressivo rinnovo del parco macchine grazie anche agli incentivi messi a disposizione dall’Inail e dai sistemi regionali.

Occorre insistere in questa direzione – evidenzia l’Organizzazione degli imprenditori agricoli – affinché i numeri complessivi di incidenti diminuiscano drasticamente.

Il rapporto Inail conferma infine che, nel periodo di emergenza Covid, il settore primario – che ha continuato a garantire l’approvvigionamento alimentare del Paese – non presenta particolari rischi rispetto al contagio da Coronavirus, sia per le caratteristiche del lavoro agricolo (attività svolte prevalentemente all’aperto), sia per l’applicazione corretta delle norme e dei protocolli di prevenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

C'è stato un errore mentre tentavi di inviare la richiesta. Per favore, riprova

Sicilia Verde Magazine utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per essere in contatto con te e per fornire aggiornamenti e marketing