Valgono 580 milioni di euro Dop e Igp della Sicilia. E il trend è in crescita

Valgono 580 milioni di euro Dop e Igp della Sicilia. E il trend è in crescita
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono nell’ordine Campania e Sicilia le prime due regioni del Sud Italia a guidare la classifica delle produzioni agroalimentari e vitivinicole Dop Igp per impatto economico delle filiere certificate. Il dato emerge dal XVII Rapporto Ismea-Qualivita, presentato la settimana scorsa a Roma, che prende in esame le cifre nazionali della produzione 2018 del comparto delle Indicazioni Geografiche.

Per la Sicilia si tratta di un valore alla produzione che supera i 580 milioni di euro e una continua crescita del +21,7% su base annua, con 62 prodotti Dop Igp e quasi 16 mila operatori coinvolti nelle filiere.

Nell’isola il settore di punta è il vino con 31 prodotti che nel complesso generano 522 milioni di euro per una crescita su base annua del +23,1%. A guidare il comparto il marchio Terre Siciliane Igp e il Sicilia Dop (in grande crescita), seguono Marsala Dop, Pantelleria Dop ed Etna Dop, quest’ultimo con un buon trend su base annua.

Sono quasi novecento le aziende vitivinicole imbottigliatrici siciliane. Oltre 250 in più dal 2010 – di cui circa venti dell’Agrigentino – segno di una precisa vigoria del settore. Fra le province guida Trapani (283milioni di euro e 293 aziende), seguita da Agrigento (101 milioni di euro) e da Palermo (66 milioni di euro). Agrigento e Messina entrambe con circa 80 realtà imprenditoriali, seguono Catania dove è stata straordinaria la crescita in numero delle aziende. Grazie al fenomeno Etna, qui si registra la presenza di oltre 200 aziende.

L’agroalimentare conta 21 prodotti a marchio territoriale che nel complesso generano circa 61 milioni di euro, per una buona crescita su base annua del +11,3%. Il settore è trainato dal Pistacchio Verde di Bronte Dop e dal Pomodoro di Pachino Igp, cui seguono Arancia Rossa di Sicilia Igp e l’olio Val di Mazara Dop; buoni trend di crescita per l’olio Sicilia Igp, Arancia di Ribera Dop e Carota Novella di Ispica Igp. Fra le province guidano Catania (19 milioni di euro), Siracusa (16 milioni di euro) e Agrigento (10 milioni di euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *