Agricoltura sostenibile, entro il 14 febbraio le candidature per Cultiv@te

Agricoltura sostenibile, entro il 14 febbraio le candidature per Cultiv@te
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  

Mancano pochi giorni alla scadenza per la presentazione delle candidature a Cultiv@te, il programma internazionale della durata di un anno che mira all’innovazione nell’ambito dell’agricoltura sostenibile. Il programma è gestito dall’Undp (United Nations Development Programme). Le candidature resteranno aperte fino a venerdì 14 febbraio 2020. Superata questa scadenza, tra le proposte presentate saranno individuati 78 team oggetto di una seconda fase di selezione, con scadenza il 5 marzo 2020. Il 13 marzo verranno annunciate i 52 team R&D (Research & Development) e start-up vincitori.

Cultiv@te è un programma che mette in relazione innovatori, start-up e team R&D, con partner multi-settore di tutto il mondo per trovare soluzioni innovative in materia di agricoltura sostenibile. Il programma parte dalla considerazione che nel 2050 bisognerà provvedere al sostentamento di circa 9 miliardi di persone, il che richiederebbe un aumento della produzione alimentare di circa il 70%. A tale scopo Cultiv@te intende creare un network che combini le competenze delle grandi realtà leader nel settore dell’agrifood, all’esperienza dei singoli attori nei mercati locali.

Possono partecipare all’iniziativa start-up ed enti, come ad esempio istituti di ricerca, università e think-tanks a livello globale, capaci di rispondere a tre sfide in vari paesi: 1) agricoltura urbana (Singapore, Gibuti, Kenya, Uruguay); 2) agricoltura a pioggia (Filippine, Gabon, Etiopia, Indonesia, Bhutan); 3) allevamento bestiame e acquacoltura (Uzbekistan, Sudan, Ecuador, Armenia).

Gli interventi ammissibili saranno quelli relativi, ad esempio, al miglioramento dell’efficienza nell’uso e nella tutela delle risorse naturali oppure quelli rivolti all’indirizzamento delle politiche agricole verso la protezione dei mezzi di sussistenza rurali, l’equità e il benessere sociale.

I criteri di selezione delle iniziative sono relativi all’impatto potenziale, innovazione, rilevanza, fattibilità e chiarezza nell’articolazione dell’idea. Come detto, dopo la prima fase di selezione, i 78 team di R&S e start-up selezionati dovranno inviare una presentazione esplicativa del proprio progetto entro il prossimo 5 marzo. I 52 finalisti verranno abbinati ad un paese e ad uno o più partner leader nel settore. I partecipanti selezionati si uniranno al programma in qualità di collaboratori chiave e saranno invitati il prossimo luglio al lancio di Cultiv@te a Singapore, momento in cui si darà il via alle attività con meeting, workshop ed eventi internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *